Incontro studio

Sea Safety 4.0

Palazzo Nervegna Brindisi

 

 

Lunedì 15 maggio 2017 si è tenuto a Brindisi presso il Palazzo Nervegna un Incontro Studio organizzato dal International Propeller Club - Port of Brindisi che ha visto coinvolti i nostri studenti.

Durante l'incontro sono state illustrate le nuove normative innovative sulla sicurezza del mare in uno scenario nuovo e complesso che riguarda il processo dei trasporti marittimi con l'influenza della quarta rivoluzione industriale che sta interessando il sociale più del tecnologico.

A questo punto ci si è chiesto come l'industria dello shipping può essere generatore di richezza e di lavoro.

Molti sono stati gli invitati che sono intervenuti nella discussione: Salvatore Minervino Comandante della Capitaneria di porto di Brindisi, Gianpiero Carbonara Caiptano di Fregata,la nostra Dirigente Scolastica Clara Bianco, il Prof. Abele Carruezzo del Colleggio Nazionale Capitani e l'avvocato Antonio Andreucci console provinciale "Fratelli Maestri del Lavoro".

Moderatore dell'incontro il presidente dell' International Propeller Club - Port of Brindisi Ing. Donato Caiulo.

Ha chiuso l'incontro la Dott.ssa Maria De Luca  Presidente Nazionale Avvisatori Marittimi.

  • mini-10Dieci
  • mini-11Undici
  • mini-12Dodici
  • mini-13Tredici
  • mini-14Quattordici
  • mini-15Quindici
  • mini-16Sedici
  • mini-17Diciasette
  • mini-18Diciotto
  • mini-19Dicianove
  • mini-1Uno
  • mini-2Due
  • mini-3Tre
  • mini-4Quattro
  • mini-5Cinque
  • mini-6Sei
  • mini-7Sette
  • mini-8Otto
  • mini-9Nove

Grande successo per l’incontro tenutosi lunedì presso la sala universitaria di Palazzo Nervegna a Brindisi: si è trattato di un momento studio, “Sea safety 4.0”, organizzato dal International Propeller Club – Port of Brindisi con gli studenti del nautico Carnaro. Obiettivo: illustrare normativa e innovazione sulla sicurezza del mare in uno scenario nuovo e complesso del processo dei trasporti marittimi, influenzato dalla quarta rivoluzione industriale o “industria 4.0” che sta interessando il sociale più del tecnologico.
La domanda alla quale l’incontro studio ha dato risposta è stata: come l’industria Europea dello shipping puo’ essere un generatore di ricchezza e di occupazione?
Moderatore dell’incontro l’Ingegner Donato Caiulo, presidente dell’International Propeller Club di Brindisi.
Sono intervenuti il Comandante della Capitaneria di Porto di Brindisi Salvatore Minervino che ha introdotto la materia oggetto di studio; il Capitano di Fregata Gianpiero Carbonara, che ha relazionato sull’attuale tema dei nuovi standard di addestramento degli equipaggi, sette anni dopo la Convenzione di Manila; la professoressa Clara Bianco, Preside dell’Istituto tecnico nautico “Carnaro”, soffermatasi in particolare su – Istruzione nautica: quale futuro?-; il Professor Abele Carruezzo del Collegio nazionale capitani L.C. & M. con un autorevole intervento: -Le professioni del mare e nuove opportunità -; l’Avvocato Antonio Andreucci, Console provinciale “Fratelli maestri del Lavoro” con specifico intervento su – Orientare i giovani alla cultura del lavoro -.
A chiudere i lavori la dottoressa Maria De Luca, Presidente nazionale Avvisatori Marittimi, la quale ha illustrato obiettivi e risultati del progetto di alternanza scuola-lavoro che ha coinvolto 220 ragazzi dell’istituto nautico “Carnaro”.
Scuola e Azienda progettano insieme l’intero percorso che ha come obiettivo: favorire lo sviluppo del “Senso di iniziativa ed imprenditorialità” per imparare a tradurre le idee in azione comprendendo attività e processi interni di un azienda per fornire i propri servizi o sviluppare i propri prodotti.
Aiutare i ragazzi e ragazze ad acquisire consapevolezza del contesto in cui lavorano e a poter cogliere meglio le opportunità che si presentano.

Nel corso dell’iniziativa è stato inoltre proiettato un video come risultato dell’esperienza vissuta dagli studenti attraverso il progetto di alternanza, che ha permesso loro di relazionarsi con tutto il cluster marittimo di Brindisi e di visitare le realtà imprenditoriali locali che operano nel settore marittimo, coinvolgendoli in attività entusiasmanti. Il tutto con l’obiettivo di creare nuove aspirazioni per il loro futuro lavorativo.

I ragazzi dell’ITN Carnaro hanno infine ringraziato Autorità e aziende coinvolte nel progetto con la consegna di un Crest della scuola.

- See more at: http://www.brindisitime.it/sea-safety-4-0-entusiasti-gli-studenti-foto/#sthash.OOT9IQlc.dpuf

Grande successo per l’incontro tenutosi lunedì presso la sala universitaria di Palazzo Nervegna a Brindisi: si è trattato di un momento studio, “Sea safety 4.0”, organizzato dal International Propeller Club – Port of Brindisi con gli studenti del nautico Carnaro. Obiettivo: illustrare normativa e innovazione sulla sicurezza del mare in uno scenario nuovo e complesso del processo dei trasporti marittimi, influenzato dalla quarta rivoluzione industriale o “industria 4.0” che sta interessando il sociale più del tecnologico.
La domanda alla quale l’incontro studio ha dato risposta è stata: come l’industria Europea dello shipping puo’ essere un generatore di ricchezza e di occupazione?
Moderatore dell’incontro l’Ingegner Donato Caiulo, presidente dell’International Propeller Club di Brindisi.
Sono intervenuti il Comandante della Capitaneria di Porto di Brindisi Salvatore Minervino che ha introdotto la materia oggetto di studio; il Capitano di Fregata Gianpiero Carbonara, che ha relazionato sull’attuale tema dei nuovi standard di addestramento degli equipaggi, sette anni dopo la Convenzione di Manila; la professoressa Clara Bianco, Preside dell’Istituto tecnico nautico “Carnaro”, soffermatasi in particolare su – Istruzione nautica: quale futuro?-; il Professor Abele Carruezzo del Collegio nazionale capitani L.C. & M. con un autorevole intervento: -Le professioni del mare e nuove opportunità -; l’Avvocato Antonio Andreucci, Console provinciale “Fratelli maestri del Lavoro” con specifico intervento su – Orientare i giovani alla cultura del lavoro -.
A chiudere i lavori la dottoressa Maria De Luca, Presidente nazionale Avvisatori Marittimi, la quale ha illustrato obiettivi e risultati del progetto di alternanza scuola-lavoro che ha coinvolto 220 ragazzi dell’istituto nautico “Carnaro”.
Scuola e Azienda progettano insieme l’intero percorso che ha come obiettivo: favorire lo sviluppo del “Senso di iniziativa ed imprenditorialità” per imparare a tradurre le idee in azione comprendendo attività e processi interni di un azienda per fornire i propri servizi o sviluppare i propri prodotti.
Aiutare i ragazzi e ragazze ad acquisire consapevolezza del contesto in cui lavorano e a poter cogliere meglio le opportunità che si presentano.

Nel corso dell’iniziativa è stato inoltre proiettato un video come risultato dell’esperienza vissuta dagli studenti attraverso il progetto di alternanza, che ha permesso loro di relazionarsi con tutto il cluster marittimo di Brindisi e di visitare le realtà imprenditoriali locali che operano nel settore marittimo, coinvolgendoli in attività entusiasmanti. Il tutto con l’obiettivo di creare nuove aspirazioni per il loro futuro lavorativo.

I ragazzi dell’ITN Carnaro hanno infine ringraziato Autorità e aziende coinvolte nel progetto con la consegna di un Crest della scuola.

- See more at: http://www.brindisitime.it/sea-safety-4-0-entusiasti-gli-studenti-foto/#sthash.OOT9IQlc.dpuf

Grande successo per l’incontro tenutosi lunedì presso la sala universitaria di Palazzo Nervegna a Brindisi: si è trattato di un momento studio, “Sea safety 4.0”, organizzato dal International Propeller Club – Port of Brindisi con gli studenti del nautico Carnaro. Obiettivo: illustrare normativa e innovazione sulla sicurezza del mare in uno scenario nuovo e complesso del processo dei trasporti marittimi, influenzato dalla quarta rivoluzione industriale o “industria 4.0” che sta interessando il sociale più del tecnologico.
La domanda alla quale l’incontro studio ha dato risposta è stata: come l’industria Europea dello shipping puo’ essere un generatore di ricchezza e di occupazione?
Moderatore dell’incontro l’Ingegner Donato Caiulo, presidente dell’International Propeller Club di Brindisi.
Sono intervenuti il Comandante della Capitaneria di Porto di Brindisi Salvatore Minervino che ha introdotto la materia oggetto di studio; il Capitano di Fregata Gianpiero Carbonara, che ha relazionato sull’attuale tema dei nuovi standard di addestramento degli equipaggi, sette anni dopo la Convenzione di Manila; la professoressa Clara Bianco, Preside dell’Istituto tecnico nautico “Carnaro”, soffermatasi in particolare su – Istruzione nautica: quale futuro?-; il Professor Abele Carruezzo del Collegio nazionale capitani L.C. & M. con un autorevole intervento: -Le professioni del mare e nuove opportunità -; l’Avvocato Antonio Andreucci, Console provinciale “Fratelli maestri del Lavoro” con specifico intervento su – Orientare i giovani alla cultura del lavoro -.
A chiudere i lavori la dottoressa Maria De Luca, Presidente nazionale Avvisatori Marittimi, la quale ha illustrato obiettivi e risultati del progetto di alternanza scuola-lavoro che ha coinvolto 220 ragazzi dell’istituto nautico “Carnaro”.
Scuola e Azienda progettano insieme l’intero percorso che ha come obiettivo: favorire lo sviluppo del “Senso di iniziativa ed imprenditorialità” per imparare a tradurre le idee in azione comprendendo attività e processi interni di un azienda per fornire i propri servizi o sviluppare i propri prodotti.
Aiutare i ragazzi e ragazze ad acquisire consapevolezza del contesto in cui lavorano e a poter cogliere meglio le opportunità che si presentano.

Nel corso dell’iniziativa è stato inoltre proiettato un video come risultato dell’esperienza vissuta dagli studenti attraverso il progetto di alternanza, che ha permesso loro di relazionarsi con tutto il cluster marittimo di Brindisi e di visitare le realtà imprenditoriali locali che operano nel settore marittimo, coinvolgendoli in attività entusiasmanti. Il tutto con l’obiettivo di creare nuove aspirazioni per il loro futuro lavorativo.

I ragazzi dell’ITN Carnaro hanno infine ringraziato Autorità e aziende coinvolte nel progetto con la consegna di un Crest della scuola.

- See more at: http://www.brindisitime.it/sea-safety-4-0-entusiasti-gli-studenti-foto/#sthash.OOT9IQlc.dpuf

Albo on line

Anteprima Video

Il Carnaro ti insegna a volare

 

Memory Safe Video

Amministrazione Trasparente

amministrazione trasparente

Statistiche

Visite agli articoli
598496

Dove siamo

SEDE CENTRALE via Nicola Brandi, 11 - 72100 BRINDISI (BR)

TRIENNIO: CONDUZIONE DEL MEZZO NAVALE - CONDUZIONE DEL MEZZO AEREO - CONDUZIONE APPARATI ED IMPIANTI MARITTIMI

Tel: +39 0831 418116

 

SEDE STACCATA via del Lavoro 21/E (Rione Minnuta)

BIENNIO TRASPORTI E LOGISTICA (TL - CMN - CAIM - CMA) - SETTORE ECONOMICO (SIA) - SETTORE TECNOLOGICO (CAT)

 

Seguici su Facebook

Vai all'inizio della pagina