Logo del Team

Blog del Team

Video Finale

Eventi Organizzati 

Articolo Data Journalism

Shuttle a Brindisi... ci sono passi avanti?

Nell’ambito del progetto “A Scuola di OpenCoesione”, l’I.I.S.S. “Carnaro-Marconi-Flacco-Belluzzi” partecipa all’attività di “monitoraggio civico” dei fondi strutturali dell’Unione Europea destinati alla realizzazione di opere pubbliche atte a sviluppare maggiore integrazione e coesione tra i Paesi membri. La nostra scuola partecipa al progetto che coinvolge circa 100 Istituti d’Istruzione Secondaria di Secondo grado in tutta Italia.
Tra i vari progetti finanziati sul territorio della Provincia di Brindisi, “The Future Team” (composto da 15 studenti della scuola) ha scelto di analizzare il progetto dello Shuttle a Brindisi.
Il presente progetto riguarda la realizzazione di uno Shuttle di collegamento tra la rete RFI e l’aeroporto di Brindisi.
L’intervento, per il quale sono state appostate risorse per 40 M€, ha come soggetto attuatore il Comune di Brindisi.
Il progetto ha lo scopo di rendere più efficiente l’integrazione del sistema di collegamento tra l’aeroporto e la rete ferroviaria con la città di Brindisi, il suo centro storico e il porto, evitando il rischio di dannose duplicazioni di infrastrutture e servizi di trasporto.
La scelta è caduta su una rete integrata costituita da una linea di BHLS (Autobus con alto livello di servizio) e una linea di Metromare. Il vantaggio della soluzione proposta, oltre alla assoluta compatibilità della stessa con il finanziamento disponibile, è quella di integrare in un unico sistema i collegamenti Ferrovia-aeroporto e aeroporto-porto valorizzando allo stesso tempo quelli con il centro della città di Brindisi su cui sono in corso importanti interventi di riqualificazione del lungomare. 

Dalla informazioni ricavate dal sito “OpenCoesione”,portale sull’attuazione dei progetti finanziati dalle politiche di coesione in Italia, lo stanziamento del progetto, da realizzare entro il 31 marzo 2016, consisteva in 40 M€; ad oggi i pagamenti effettuati sono pari a 0€. Come mai il progetto non è stato avviato? Cosa è successo? 
Dalle fonti giornalistiche (“Brindisi Report del 13 maggio 2016”) risulta che il Comune ha affidato l’appalto per la progettazione esecutiva e per i lavori all’ATI, costituita da Consorzio Cooperative Costruzioni-Igeco S.p.a.-Favellato S.p.a., con sede a Bologna. A fronte dei 40 M€, l’amministrazione ha ottenuto dal CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) circa 20 M€. Con questa aggiudicazione  sembra esser stata superata la fase di stallo dovuta ai ricorsi presentati dalle varie ditte nel corso degli anni, che hanno portato al congelamento del progetto stesso.
Il Comune, per sbloccare il tutto, ha disposto una “rimodulazione della tabella finale dei punteggi ottenuti dai concorrenti” affidando l’appalto alle ditte precedentemente elencate grazie all’aiuto di due professionisti esterni che hanno assunto la funzione di commissione.

In città esiste già un servizio di trasporto tra la stazione e l’aeroporto garantito dall’azienda STP (Società Trasporti Pubblici) abbastanza puntuale, efficiente ed economico. 
Perché un passeggero proveniente da Lecce con il treno per l’aeroporto di Brindisi dovrebbe scendere alla stazione centrale di Brindisi, prendere un altro treno diretto alla piccola stazione “Perrino” e da lì prendere lo Shuttle per l’aeroporto quando il servizio è garantito dal pullman dell’STP?
Che senso ha, dunque, spendere 20/40 M€ per ottenere un servizio già esistente? Nel caso di realizzazione l’opera sostituirà il servizio già esistente. Non converrebbe potenziare il servizio attivo? Queste sono le domande che ci poniamo a cui qualcuno dovrà fornire una risposta.

Gli studenti del  "Carnaro" in Comune...

MISSION “SHUTTLE” A BRINDISI, A CHE PUNTO SIAMO?

 

La giornata organizzata nell'ambito delle attivita' del progetto “A Scuola di Open Coesione” è stata definita dai ragazzi un'esperienza avvincente.
Gli studenti hanno incontrato i rappresentanti della Città di Brindisi,insieme ai docenti prof. L.Ciaccia e Prof. Carriero ed hanno portato i saluti da parte della Dirigente dell'Istituto Prof.ssa Clara Bianco.
La conferenza avvenuta nella sala "Mario Marino Guadalupi" del Comune di Brindisi, ha avuto come obiettivo la ricerca di notizie specifiche riguardo la realizzazione del  progetto “Shuttle” a Brindisi con finalità di “monitoraggio civico” dei giovani cittadini europei.
Presenti all'evento  l’assessore all’urbanistica Campo G., il consigliere comunale Flores,  l’ing. Padula (responsabile unico del  progetto “Shuttle”) e il  progettista dello stesso l’ing. Cuomo.
L’ing. Cuomo insieme all’ing. Padula hanno illustrato come il progetto abbia lo scopo di ridurre il traffico privato nella città di Brindisi mediante un sistema di interscambio con una serie di infrastrutture in un sistema integrato da trasposto su gomma ed una serie di opere, per ridurre i tempi di spostamento in citta al fine di velocizzare i colleganti tra, centro città ed aeroporto, ed l’utilizzo di battelli per l'area portuale, il tutto in linea con gli standard internazionali.
Scopo principe l'adozione di politiche efficaci per creare positive ricadute sotto il profilo economico ed ambientale sul territorio.
Al team di studenti è piaciuto l'utilità del progetto in quanto permetterebbe a tutti gli utenti provenienti da Bari, Lecce e Taranto e dal porto interno di Brindisi di raggiungere l'aeroporto senza utilizzare nessun mezzo privato. Naturalmente chi arriva in aeroporto nell'utilizzo di questo sistema integrato di trasporti troverebbe la soluzione per arrivare in maniera facile ed economico nel centro città e nelle aree adiacenti(Porto e Stazione Ferroviaria). 
Dall’incontro  è emerso come il progetto approvato con un finanziamento non ancora erogato di 40 mln di euro, ad oggi non è attuabile a causa di una serie ricorsi che attendono il loro esito, ma la città di Brindisi spera di partire prima possibile..Il progetto è abbastanza ambizioso per la città di Brindisi in quanto è stato creato tenendo presente le nuove normative riguardi la mobilità urbana. All'interno del comune tutti i tecnici che hanno partecipato, sono orgogliosi di ciò che hanno proposto in quanto frutto dei loro studi e corsi a cui hanno partecipato sul tema della "Mobilità Urbana". Ora tocca agli odini competenti decidere sul ricorso presentato dalle ditte per quanto riguarda l'aggiudicazione dell'appalto. In ogni caso il progetto è in corsa.

 

Come studenti, abbiamo chiesto quali saranno gli esisti per i tempi di realizzazione dello stesso, per portare Brindisi agli standard europei.
  • mini-20170330_104416
  • mini-20170330_104433
  • mini-20170330_104434
  • mini-20170330_104547
  • mini-20170330_104551
  • mini-20170330_104557
  • mini-20170330_115639
  • mini-20170330_120459
  • mini-20170330_120532
  • mini-20170330_120539
 
 

Questionario sulla Mobilità Scolastica

 

 

 

 

 

 

 

Albo on line

Anteprima Video

Il Carnaro ti insegna a volare

 

Memory Safe Video

Amministrazione Trasparente

amministrazione trasparente

Statistiche

Visite agli articoli
635814

Dove siamo

SEDE CENTRALE via Nicola Brandi, 11 - 72100 BRINDISI (BR)

TRIENNIO: CONDUZIONE DEL MEZZO NAVALE - CONDUZIONE DEL MEZZO AEREO - CONDUZIONE APPARATI ED IMPIANTI MARITTIMI

Tel: +39 0831 418116

 

SEDE STACCATA via del Lavoro 21/E (Rione Minnuta)

BIENNIO TRASPORTI E LOGISTICA (TL - CMN - CAIM - CMA) - SETTORE ECONOMICO (SIA) - SETTORE TECNOLOGICO (CAT)

 

Seguici su Facebook

Vai all'inizio della pagina